Accessibilità

Bonus facciate: attestazione

Il Comune rilascia un tipo particolare di certificato di destinazione urbanistica, per attestare che il fabbricato ha le caratteristiche per ottenere eventualmente una detrazione delle spese sostenute per gli interventi di recupero o restauro della facciata esterna (ubicazione in zone omogenee individuate nel D.M. 1444/68)

Attestazione finalizzata all'ottenimento del bonus facciate di competenza dell'Agenzia delle Entrate per immobili residenziali ricompresi nelle zone A e B del D.M. 1444/1968.

Il cittadino interessato a tale attestazione, presenta al Comune una richiesta di attestazione finalizzata al bonus facciate, unitamente a copia del versamento dei diritti di segreteria relativi.

Edilizia privata

Responsabile: Elisa Tommasini

Contatti

Telefono: 0536 240088 - 0536 240089
Email: mirco.manfredini@comune.maranello.mo.it
PEC: comune.maranello@cert.comune.maranello.mo.it

Orari

Lunedì 8.30-13.00 (su appuntamento)
Mercoledì 8.30-13.00
Giovedì 14.30-18.30

Sede

Via Vittorio Veneto 9, 41053 Maranello (MO)

Edilizia privata

Responsabile: Elisa Tommasini

Contatti

Telefono: 0536 240088 - 0536 240089
Email: mirco.manfredini@comune.maranello.mo.it
PEC: comune.maranello@cert.comune.maranello.mo.it

Orari

Lunedì 8.30-13.00 (su appuntamento)
Mercoledì 8.30-13.00
Giovedì 14.30-18.30

Sede

Via Vittorio Veneto 9, 41053 Maranello (MO)

Costi

Il costo per il rilascio dell'attestazione è di € 51,65 quale diritti di segreteria.

Tempi e scadenze

Il rilascio dell'attestazione finalizzata al bonus facciate è di 30 giorni a decorrere dalla data di acquisizione al protocollo del Comune.

Referente principale da contattare
Strumenti di tutela

Strumenti di tutela giurisdizionale

Contro gli atti della pubblica amministrazione è sempre ammessa la tutela giurisdizionale dei diritti e degli interessi legittimi dinanzi agli organi di giurisdizione ordinaria o amministrativa (art. 113 Cost.)

L'organo competente per la tutela giurisdizionale per atti e/o provvedimenti ritenuti illegittimi sono il Tribunale Amministrativo Regionale della Regione Emilia Romagna (in primo grado) e il Consiglio di Stato (secondo grado).

Termini per presentare un ricorso per atti e/o provvedimenti amministrativi in generale:

60 giorni, a pena di decadenza, dalla notificazione dell'atto, dalla sua comunicazione o comunque conoscenza; in caso di termini diversi, gli stessi sono comunque specificati nell’atto medesimo.

Termini per presentare un ricorso contro il silenzio della pubblica amministrazione

L'azione può essere proposta trascorsi i termini per la conclusione del procedimento amministrativo, fintanto che l’Amministrazione continua ad essere inadempiente e, comunque, non oltre un anno dalla scadenza del termine di conclusione del procedimento amministrativo.

Termini per fare ricorso su richieste di accesso ai documenti amministrativi

L'azione può essere proposta entro 30 giorni dalla conoscenza della decisione impugnata o dalla formazione del silenzio-rifiuto, mediante notificazione al Comune e ad almeno un controinteressato.

Strumenti di tutela amministrativa

  • Ricorso in opposizione: avanti la stessa Autorità che ha emanato il provvedimento, entro 30 giorni; 
  • Ricorso gerarchico: avanti l’Autorità gerarchicamente superiore, entro 30 giorni; 
  • Ricorso straordinario al Capo dello Stato: entro 120 giorni dalla notificazione, comunicazione o conoscenza dell'atto impugnato ritenuto illegittimo (in alternativa al ricorso al T.A.R., Tribunale Amministrativo Regionale).
Avvisi recenti
07.06.2022

Contributi agli enti esponenziali delle confessioni religiose

Bando per l'assegnazione, istanze entro il 5 luglio

22.06.2021

Piano urbanistico generale, questionario per i cittadini

Si può compilare online

11.04.2019

Agenzie immobiliari accreditate

Per l’affidamento del servizio di intermediazione immobiliare per l’alienazione di immobili comunali

Vedi tutti gli avvisi