Accessibilità

Stagione teatrale 2021-2022

Stagione teatrale 2021-2022
Prosa, musica, danza e circo all'Auditorium Enzo Ferrari

Auditorium Enzo Ferrari Maranello
Stagione teatrale 2021 2022
A cura di ATER Fondazione

Inizio spettacoli ore 21

Prosa
Martedì 23 novembre 2021
Alfabeto delle emozioni
di e con Stefano Massini

produzione Savà srl
Noi siamo quello che proviamo. E raccontarci agli altri significa raccontare le nostre emozioni. Ma come farlo, in un momento che sembra confondere tutto con tutto, perdendo i confini fra gli stati d’animo? Ci viene detto che siamo analfabeti emotivi, e proprio da qui parte Stefano Massini – lo scrittore così amato per i suoi racconti in tv del giovedì sera a “Piazzapulita” – per un viaggio profondissimo e ironico al tempo stesso nel labirinto del nostro sentire e sentirci. In un immaginario alfabeto in cui ogni lettera è un’emozione (P come Paura, F come Felicità, M come Malinconia…), Massini trascina il pubblico in un susseguirsi di storie e di esempi irresistibili, con l’obiettivo unico di chiamare per nome ciò che ci muove da dentro. Scorrono visi, ritratti, nomi, situazioni. Ad andare in scena è la forza e la fragilità dell’essere umano, dipinta con l’estro e il divertimento di un appassionato narratore, definito da Repubblica “il più popolare raccontastorie del momento”, che ha la sua cifra distintiva nel coniugare una spiccata vena letteraria ad un forte estro di narratore dal vivo.

Teatro XXS
Speciale natale
Teatro per famiglie
Sabato 11 dicembre 2021 ore 16
La conta di Natale
di e con Claudio Milani ed Elisabetta Viganò
produzione MOMOM
per tutti – a partire dai 3 anni
La Conta di Natale porta in scena un Calendario d’Avvento – piccola gioia che accompagna i bambini per tutto dicembre fino ad arrivare a Natale – con caselle grandi e piccole che nascondono storie, brevi racconti, pupazzi, giochi e qualche cioccolatino per i più fortunati. I numeri dall’uno al ventiquattro si apriranno uno dopo l’altro con una filastrocca detta tutti insieme, a volte sussurrando come un vento leggero, a volte urlando come un orco affamato, altre ancora parlando senza usare la voce. Dietro le porticine colorate si potrà trovare la storia del Fiocco di Neve che non vuole cadere per terra, quella del Colore di Babbo Natale, quella delle Carte da Regalo che sono tutte spiegazzate, ma anche quella del Manto di Neve che entrerà in teatro e passerà sopra ai bambini, e molte altre ancora per arrivare all’ultima, piccola e luminosa storia della vigilia di Natale

Musica
Giovedì 13 gennaio 2022
deSidera tour
Cristina Donà voce, chitarra
Saverio Lanza piano, chitarra, basso, electronics
Una delle cantautrici più stimate del panorama musicale italiano torna con un tour che anticipa l’uscita del nuovo disco deSidera, portando con sé la ricchezza dei suoi ventiquattro anni di carriera. Il nuovo album è frutto di un lavoro meditato e accorto, un disco identitario che si spinge in profondità e scuote. Lo spettacolo proporrà alcuni estratti da quest’ultimo, presentati in anteprima, e brani di repertorio in una rinnovata veste. Si alterneranno versioni minimali a echi di “elettronica preistorica” e sarà l’occasione per apprezzare la capacità evocativa della voce e delle parole di Cristina, mescolate agli arrangiamenti sorprendenti curati da Saverio Lanza (produttore e co-autore degli ultimi album della Donà). Un esibizione in duo per un disco scritto a quattro mani.

Danza
Giovedì 10 febbraio 2022
Suite Escape
concept/coreografia Riccardo Buscarini
musiche P. I. Caikovskij, L. Minkus, A. Adam
trascrizione/rielaborazioni musicali M° S.Sabatelli
pianista M° Benedetto Boccuzzi
costumi Francesco Colamorea
disegno luci Roberto Colabufo
produzione Equilibrio Dinamico Dance Company
coproduzione Art Garage
con il sostegno di Teatro Pubblico Pugliese e AMAT
Sulla musica del più riconoscibile repertorio classico, gesti armonici e accoglienti lasciano spazio ad un partner work intricato e nodoso, in cui nuovi equilibri e forze ridefiniscono il rapporto fra i danzatori in scena. Il lirismo del passo a due cede il passo al dramma dello stare insieme, assume contorni distorti, ampi e pieni di ambiguità. In Suite Escape il movimento diventa un mezzo di negoziazione, alimenta lo scontro tra individuo e il gruppo e riscrive il rapporto di fiducia fra i corpi.
“Suite Escape parte dall’analisi di famosi pas de deux, gran finale di ogni balletto classico. La trama è canonica: incontro, innamoramento, unione o finale tragico. Il mio lavoro pone al centro dell’attenzione non le singole trame ma il genere stesso del pas de deux e il suo linguaggio coreografico. Nella mia ricerca è centrale la questione dell’equilibrio, del controllo e del sostegno dati o ricevuti dal protagonista maschile o femminile.” (Riccardo Buscarini)

Prosa
Martedì 22 febbraio 2022
Ho perso il filo
soggetto Angela Finocchiaro, Walter Fontana, Cristina Pezzoli
testo Walter Fontana
in scena Angela Finocchiaro
e le Creature del Labirinto Alis Bianca, Giacomo Buffoni, Alessandro La Rosa, Antonio Lollo, Filippo Pieroni, Alessio Spirito
coreografie originali Hervé Koubi
scene Giacomo Andrico
luci Valerio Alfieri
costumi Manuela Stucchi
regia Cristina Pezzoli
Una commedia, una danza, un gioco, una festa, questo è Ho perso il filo. In scena un Angela Finocchiaro inedita ci racconta con la sua stralunata comicità e ironia un’avventura straordinaria, emozionante e divertente al tempo stesso: quella di un’eroina pasticciona e anticonvenzionale che parte per un viaggio, si perde, tentenna ma poi combatte fino all’ultimo il suo spaventoso Minotauro. Lo spettacolo vive del rapporto tra le parole comiche di un personaggio contemporaneo e la fisicità acrobatica, primitiva, arcaica delle Creature del Labirinto che agiscono, danzano, lottano con Angela provocandola come una gang di ragazzi di strada imprevedibili, spietati e seducenti. Il Labirinto è un simbolo antico di nascita – morte – rinascita. Anche Angela, dopo aver toccato il fondo, riuscirà a ritrovare il filo e con esso la forza per affrontare il Minotauro in un finale inatteso che si trasforma in una festa collettiva coinvolgente e liberatoria.

Prosa
Martedì 1 marzo 2022
Orgoglio e pregiudizio di Jane Austen
adattamento teatrale Antonio Piccolo
regia Arturo Cirillo
interpreti principali Arturo Cirillo, Valentina Picello, Francesco Petruzzelli, Sabrina Scuccimarra, Rosario Giglio, Eleonora Pace, Giacomo Vigentini, Giulia Trippetta
scene Dario Gessati
costumi Gianluca Falaschi
luci Camilla Piccioni
musiche originali Francesco De Melis
produzione Marche Teatro, Teatro di Napoli - Teatro Nazionale
Regista e attore tra i più interessanti della scena nazionale, Arturo Cirillo assieme alla sua compagnia decide di compiere un viaggio in una delle pietre miliari della letteratura mondiale. Lo spettacolo asseconda anche una particolare passione del regista per l’Ottocento e di fascinazione dal rapporto fra i grandi romanzi dell’epoca e la scena. Ma per Cirillo portare a teatro la Austen vale la pena anche perché «quel mondo dove ci si conosce danzando, ci si innamora conversando, ci si confida con la sorella perché i genitori sono prigionieri del proprio narcisismo, non mi sembra così lontano da noi. Soprattutto pensando a queste eroine spinte a sposarsi anche per avere finalmente un sostegno economico, sottraendosi allo stesso tempo all’indecorosa condizione di zitelle. Anche se poi la povera e zitella Jane Austen (che mai lasciò la propria famiglia) si divertì a sottrarsi a tutto con i suoi romanzi, che sono una spietata critica e un’amorosa dichiarazione d’appartenenza alla propria epoca. Jane Austen reinventa la realtà attraverso la sua rappresentazione, ma mai smettendo di essere vera. Come avviene in teatro».

Circo contemporaneo
Giovedì 10 marzo 2022
L’uomo calamita
scritto e diretto da Giacomo Costantini
testo e libro originale Wu Ming 2
con Uomo Calamita, Wu Ming 2, Cirro
musiche originali Cirro
luci Domenico De Vita
occhio esterno Fabiana Ruiz Diaz, Giorgio Rossi,
Tonio de Nitto
scenografie ed attrezzi Simone Alessandrini
produzione Circo El Grito
con il sostegno di MIC e Regione Marche
L’11 settembre 1940 con una circolare telegrafica, il capo della polizia ordina che vengano controllati tutti i carrozzoni, i circhi e le carovane, affinché “vengano rastrellati e concentrati sotto rigorosa vigilanza”. L’Uomo Calamita e altri fenomeni da baraccone si ritrovano così senza tendone, senza lavoro e  ricercati dalla polizia. Lena – una bimba di otto anni – si ritrova invece senza il suo supereroe preferito e senza lo spettacolo che attendeva dall’anno prima. Per sfuggire alla persecuzione, i circensi sono costretti a darsi alla macchia ma, con l’aiuto di Lena, useranno i propri poteri, l’astuzia e il magnetismo per combattere il nazi-fascismo. Un supereroe assurdo che combatte l’assurdità della guerra, tra funambolismi del corpo e della lingua, in uno spettacolo che fonde i gesti di un circense con le frasi di un racconto e le note di uno spartito. Tra spericolate acrobazie, colpi di batteria e magie surreali, la voce dal vivo di Wu Ming 2 guida lo spettatore in una vicenda tra storia e fantasia, quella di un circo clandestino durante la seconda guerra mondiale.

Prosa
Giovedì 17 marzo 2022
Memoria di scimmia
liberamente tratto da Relazione per un’accademia di Franz Kafka
compagnia Festina Lente Teatro
regia Andreina Garella
ambientazione Mario Fontanini
un progetto realizzato in collaborazione con Regione Emilia-Romagna / AUSL Dipartimento di Salute Mentale di Reggio Emilia, Scandiano / Fondazione I TEATRI di Reggio Emilia / Associazione Sostegno e Zucchero
Relazione per un’accademia di Kafka è il filo conduttore dello spettacolo, il racconto di una lenta trasformazione. La protagonista è una scimmia addomesticata, catturata durante una spedizione di caccia nella Costa D’Oro: l’animale, per riavere la libertà, decide di imitare l’uomo e diventa non più scimmia, ma neanche uomo. Difficile accettare regole e compromessi, difficile vivere nella norma sociale; la sua trasformazione in uomo la costringe ad adattarsi ad un sistema sempre più violento e frenetico e a perdere l’ancestrale capacità di meravigliarsi.
Grazie al Protocollo di Intesa “Teatro e Salute Mentale”, sottoscritto dagli Assessorati regionali alla Cultura, alle Politiche Giovanili, alle Politiche per la Legalità e alle Politiche per la Salute, si è costruito un terreno comune per la valorizzazione del Teatro, elemento di benessere psichico e, soprattutto, di crescita individuale e collettiva. Si tratta di una vera e propria stagione teatrale che intende promuovere le compagnie operanti nei diversi Dipartimenti di Salute Mentale della Regione Emilia-Romagna.

Prosa
Giovedì 24 marzo 2022
La Molli
di Gabriele Vacis e Arianna Scommegna
regia Gabriele Vacis
con Arianna Scommegna
produzione ATIR Teatro Ringhiera
Sono confidenze sussurrate, confessioni bisbigliate quelle della Molli. Il punto di partenza dal quale Gabriele Vacis e Arianna Scommegna prendono le mosse è il monologo di Molly Bloom che conclude l’Ulisse di James Joyce. Il personaggio di Molli viene calato in una quotidianità dalle sonorità milanesi, traslando il testo in una trama di riferimenti culturali vicini al nostro tempo. Il fiume di parole è lo stesso flusso di coscienza del personaggio di Joyce che riempie una notte insonne di pensieri e bugie, mentre aspetta il ritorno a casa del marito Leopold. L’attrice, in bilico tra il romanzo e la vita, ripercorre la propria esistenza di poco amore, infinite attese, occasioni mancate, dal primo bacio a un rosario di amanti da sgranare per mettere a tacere il vuoto, dal dolore di un figlio perduto fino ad un ‘sì’ finale pronunciato in favore della vita e dell’amore da una donna mai piegata alla rassegnazione. Le note dolenti si stemperano sempre nell’ironia e in una levità che tutto salva; il testo gioca costantemente con il doppio registro denunciato fin dal sottotitolo, raccontando storie in modo ora scanzonato ora disperato e frammenti di vita che scorre come lacrime, che si strozza in un grido o si scioglie in una risata.

Prosa
Martedì 5 aprile 2022
Uno spettacolo divertentissimo che non finisce assolutamente con un suicidio
di Nicola Borghesi e Lodo Guenzi
consulenza drammaturgica Daniele Parisi e Gioia Salvatori
con Lodo Guenzi
regia Nicola Borghesi
produzione Argot Produzioni/Infinito Produzioni
Il percorso di una persona attraverso la fama, parola quanto mai controversa, può diventare una parabola nella quale più persone possono riconoscersi: la vita delle persone, generalmente, consiste nel sopravvivere lasciandosi dietro macerie. Tutto questo è terribile, ma fa anche ridere. La parte che fa ridere è quella non ancora del tutto compromessa con un sistema tarato per appiattire tutto, per rendere tutto omogeneo e inoffensivo. Mentre il successo, che da fuori sembra spensierato e piacevole, da dentro è terribile come tutto il resto, anche se in modo diverso. E poi, infine, c’è il teatro. Uno spettacolo che nasce da un’amicizia lunga venticinque anni su trentacinque, quella tra Lodo Guenzi e il regista Nicola Borghesi che hanno lavorato sull’autobiografia di una persona abbastanza famosa, Lodo, il che la rende da una parte potenziale oggetto di interesse per un numero maggiore di persone, dall’altra aumenta la diffidenza per il genere, dall’altra ancora permette di vedere dall’interno posti, come Sanremo o X-Factor, che di solito si vedono nella loro versione confezionata per il pubblico.

Informazioni generali
Inizio spettacoli ore 21.00
Le norme antiCovid allungano un poco i tempi di ingresso.
Vi chiediamo, quindi, di anticipare il vostro arrivo a teatro, in modo da non ritardare l’inizio degli spettacoli.
A spettacolo iniziato non sarà consentito l’accesso alla sala.
Si invita il gentile pubblico a disattivare il cellulare prima dell’ingresso in sala.

Biglietti
Intero € 18
Ridotto € 16
La conta di Natale: adulti € 6, under 12 € 5
Memoria di scimmia: unico € 5

Riduzioni biglietti

  • persone fino a 29 anni e oltre i 60 anni di età;
  • abbonati alla rassegna di cinema d’essai;
  • associazioni ovvero gruppi di almeno 8 persone;
  • militari.


Vendita biglietti – orari biglietteria

Dal 1° novembre per gli spettacoli del 2021 nei seguenti orari:

  • mercoledì dalle 10 alle 12.30;
  • negli orari di programmazione del cinema;
  • il giorno dello spettacolo a partire da due ore prima dell’inizio dello spettacolo;
  • online sul circuito Vivaticket www.vivaticket.it


Prenotazioni via e-mail
Le prenotazioni si possono effettuare scrivendo una e-mail all’indirizzo .
I biglietti prenotati dovranno essere tassativamente ritirati entro un’ora prima dell’inizio dello spettacolo, pena l’annullamento della prenotazione.

Carnet
Carnet 4 spettacoli
Tre spettacoli a scelta della Stagione Teatrale Gennaio-Maggio 2022 + lo spettacolo Memoria di scimmia: intero € 45, ridotto € 27 (under 29, over 60, abbonati cinema d’essai, militari)
Carnet 8 spettacoli
Tutti gli spettacoli della Stagione Teatrale Gennaio-Maggio 2022: intero € 88, ridotto € 66 (under 29, over 60, abbonati cinema d’essai, militari, soci coop per un singolo carnet 8)
Vendita carnet

Dal 13 al 19 dicembre gli orari della biglietteria saranno i seguenti:

  • lunedì e venerdì dalle 18 alle 20
  • mercoledì dalle 10 alle 12.30
  • negli orari di programmazione del cinema


Riduzioni e facilitazioni per studenti e docenti
È possibile acquistare biglietti e abbonamenti tramite Bonus Docenti e 18APP
Si invita il gentile pubblico a munirsi del codice voucher prima di recarsi in biglietteria

Teatri di vicinanza
Presentando in biglietteria il biglietto di uno spettacolo di un teatro gestito da ATER si avrà diritto ad un ingresso ridotto.
Il programma potrà subire variazioni per motivi tecnici, per cause di forza maggiore o sulla base degli sviluppi della pandemia da Covid-19.

A teatro in sicurezza
Le norme anti-Covid allungano i tempi di ingresso del pubblico. Vi chiediamo quindi di anticipare il vostro arrivo, per consentire l’inizio puntuale degli spettacoli.
Gli spettatori dovranno sempre indossare la mascherina: all’ingresso, durante lo spettacolo e all’uscita.
Allo spettacolo è possibile assistere solamente in posti a sedere, numerati e preassegnati.
Gli addetti di sala provvederanno a vigilare e controllare le condizioni di sicurezza. In particolare potranno intervenire sui presenti in caso di comportamenti quali:

  • mancato rispetto del distanziamento interpersonale;
  • uso non conforme della mascherina;
  • spostamento dal posto assegnato.


Ingresso e uscita in/dal luogo di spettacolo
Alla luce del Decreto Legge pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 23 Luglio n. 175 per poter accedere agli spettacoli è necessario esibire, fatti salvi i soggetti esenti:

  • Certificazioni Verdi (Green Pass) comprovanti almeno la prima dose vaccinale Sars-CoV-2 o la guarigione dall’infezione da Sars-CoV-2 (validità 6 mesi);

oppure

  • effettuazione di un test molecolare o antigenico rapido con risultato negativo al virus Sars-CoV-2 (con validità 48 ore).

È fatto divieto di ingresso agli spettatori con temperatura pari e/o superiore a 37,5° C.
Prima di accedere al luogo di spettacolo gli spettatori sono pregati di igienizzare le mani e di mantenere la distanza di sicurezza durante l’ingresso e l’uscita.
Il Teatro garantisce che gli ambienti e le superfici sono sanificati prima di ogni evento utilizzando prodotti compatibili a quanto richiesto dall’Istituto Superiore di Sanità.

Per informazioni e prenotazioni:
Auditorium Enzo Ferrari
via Nazionale 78 – Maranello (MO)
tel. 0536 943010

www.ater.emr.it

 

Allegati
Il programma in pdf

Riferimenti e allegati

archiviato sotto:

Quando: dal 23 novembre 2021 al 05 aprile 2022

Orari: 21:00

Dove: Auditorium Enzo Ferrari

« novembre 2021 »
month-11
lu ma me gi ve sa do
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 1 2 3 4 5
Eventi recenti
04.11.2021 Cultura, sport e tempo libero, Giovani e adolescenti

GAL GenerAzione Legale

19.11.2021 Cultura, sport e tempo libero, Voto, partecipazione e pari opportunità

Libere dalla violenza

27.11.2021 Bambini e famiglie, Cultura, sport e tempo libero

Buon Natale Maranello!

27.11.2021 Cultura, sport e tempo libero, Giovani e adolescenti

Voci al femminile

01.12.2021 Cultura, sport e tempo libero, Stranieri

Incontro con Francesca Mannocchi

11.12.2021 Bambini e famiglie, Cultura, sport e tempo libero

La conta di Natale

Vedi tutti gli eventi