Accessibilità

Sezioni

Sei in Home page > Avvisi > Chiusi parchi pubblici, limitazioni per passeggiate e uso della bici

Chiusi parchi pubblici, limitazioni per passeggiate e uso della bici

Emergenza sanitaria: oridnanza regionale valida dal 19 marzo al 3 aprile

Il Presidente della Regione Emilia Romagna con Decreto nr. 41 del 18 marzo 2020 ha adottato nuove misure per il contenimento del contagio da Coronavirus valide dal 19 marzo al 3 aprile 2020. Il decreto chiarisce aspetti importanti da avere ben presenti a partire da subito:

  1. chiusura dei parchi e giardini pubblici;
  2. ci si sposta a piedi o in bicicletta solo per gli stessi motivi di necessità, lavoro o salute;
  3. se si esce di casa per fare attività motoria per motivi di salute o per portare fuori il proprio cane si deve restare nelle immediate vicinanze di casa.
  4. i punti ristoro delle stazioni di servizio e rifornimento che si trovano nei tratti stradali che attraversano centri abitati sono chiusi

La raccomandazione a tutti è di uscire di casa solo per le effettive necessità.

 

Nel dettaglio:

1. Al fine di evitare assembramenti di persone, sono chiusi al pubblico parchi e giardini pubblici. L’uso della bicicletta e lo spostamento a piedi sono consentiti esclusivamente per le motivazioni ammesse per gli spostamenti delle persone fisiche (lavoro, ragioni di salute o altre necessità come gli acquisti di generi alimentari). Nel caso in cui la motivazione sia l’attività motoria (passeggiata per ragioni di salute) o l’uscita con l’animale di compagnia per le sue esigenze fisiologiche, si è obbligati a restare in prossimità della propria abitazione.

2. Al fine di ulteriormente contrastare le forme di assembramento di persone a tutela della salute pubblica sul territorio regionale, l’apertura degli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande, ai sensi del DPCM 11 marzo 2020, posti nelle aree di servizio e di rifornimento carburante:

a) è consentita lungo la rete autostradale (art 2, co. 2, lett. A del codice della strada) e lungo la rete delle strade extraurbane principali (art. 2 co. 2 lettera B del codice della strada);

b) è consentita limitatamente alla fascia oraria che va dalle ore sei alle ore 18 dal lunedì alla domenica, per gli esercizi posti lungo le strade extraurbane secondarie (art. 2 co. 2 lettera C del codice della strada);

c) non è consentita nelle aree di servizio e rifornimento ubicate nei tratti stradali comunque classificati che attraversano centri abitati.

Data di pubblicazione: 19 marzo 2020

Avvisi recenti
01.04.2020

Buoni spesa per emergenza Coronavirus

È possibile contattare i servizi sociali del Comune per farne richiesta

01.04.2020

Coronavirus

Tutti gli aggiornamenti sull'emergenza sanitaria

01.04.2020

Donazioni per le famiglie in difficoltà

Emergenza sanitaria: sostegno ai cittadini

01.04.2020

Asta pubblica per l'affitto di un immobile commerciale

Il locale, di proprietà del Comune, si trova in via Stradi. Le domande entro il 6 maggio

31.03.2020

La cultura non si ferma

Per non rinunciare, da casa, all'arte, alla letteratura, alla conoscenza, al benessere

29.03.2020

Tributi comunali, rinviati i termini per i pagamenti

Posticipate le rate di Tari, imposta sulla pubblicità, Cosap

Vedi tutti gli avvisi