Accessibilità

Api e giardini, i consigli utili

Api e giardini, i consigli utili
Indicazioni pratiche sulle piante per favorire l’attività degli insetti

L’inverno volge al termine ma le condizioni climatiche sono ancora sfavorevoli all’attività delle api. Ecco alcune indicazioni pratiche su come rendere più accoglienti i nostri giardini in questa delicata fase stagionale, a cura dei i tecnici del C.A.A. Giorgio Nicoli S.r.l.

Le api ritornano in attività al termine della stagione fredda.
Se vogliamo aiutare il risveglio primaverile delle api, pensiamo a piante arbustive come salicone, nocciolo e viburno laurotino che forniscono alle colonie il polline indispensabile per le nuove covate.
Prugnolo, albicocco e ciliegio forniscono invece un apprezzato mix di polline e nettare.
Rosmarino e corniolo attirano infine per il loro nettare molto ricercato.
Piante erbacee a fioritura precoce come croco, violette ed erica, oltre a ravvivare i giardini ancora in buona parte spogli, sono molto attrattive nei confronti delle api.
Va infine ricordato, soprattutto in questo periodo, il ruolo delle piante spontanee, troppo spesso oggetto di un affrettato diserbo.
Il tarassaco, ad esempio, fornisce alle api molto polline e nettare, mentre la veronica viene visitata soprattutto per il polline.

Riferimenti e allegati

archiviato sotto:

Data di pubblicazione: 20 marzo 2018

Avvisi recenti
10.02.2020

Maranello in Primavera, come partecipare

Disponibili i moduli per l'edizione di domenica 26 aprile

04.02.2020

Computer e smartphone: i corsi nel Distretto Ceramico

Le lezioni di "Pane e Internet"

30.01.2020

Barriere architettoniche, i contributi

Per l’eliminazione negli edifici privati, la richiesta entro il 1 marzo

30.01.2020

Referendum costituzionale del 29/03/2020

Disponibilità scrutatori entro il 21 febbraio

29.01.2020

Annuario della popolazione

Disponibili i dati relativi al 2019

27.01.2020

Acqua nelle scuole, i dati

Disponibili le analisi sui campioni idrici per il mese di dicembre 2019

Vedi tutti gli avvisi