Accessibilità

25 Aprile fondamento della democrazia

25 Aprile fondamento della democrazia
Il discorso del Sindaco in occasione del 76° anniversario della Liberazione

Il discorso del sindaco di Maranello Luigi Zironi in occasione della cerimonia del 25 aprile 2021, 76° anniversario della Liberazione dal nazifascismo

Oggi celebriamo una data, il 25 Aprile del 1945, che è sinonimo di libertà.

Quel giorno fummo  liberati dall’oppressione del nazifascismo, dopo una lunga Resistenza e tanto sangue versato: l’arrivo degli Alleati e la fuga del nemico cambiarono il nostro destino, aprendo la strada ai valori per cui si era lottato e che ancora oggi rappresentano le fondamenta della nostra democrazia.

Non per tutti, purtroppo: le dittature e gli autoritarismi nel mondo sono vivi e vegeti. Tuttora, ogni giorno, ne osserviamo le emulazioni e le proiezioni ideologiche, come se ciò che accadde allora non avesse insegnato nulla. 

Come se i sacrifici di chi diede la propria vita per gli altri fossero stati inutili.

E’ invece il loro esempio a portarci qui, oggi, con le emozioni che nei meno giovani si intrecciano ai ricordi, alla memoria che in queste occasioni dobbiamo trasmettere alle nuove generazioni. Perché possano trovare nelle loro radici le ragioni per difendere i propri diritti, nonché gli strumenti per opporsi a quelle forme di fascismo e autoritarismo che continuano a mimetizzarsi in modo subdolo nella nostra quotidianità.

Ai nostri ragazzi dobbiamo spiegare e raccontare ogni cosa, se vogliamo che afferrino la fragilità dell’essere umano e la necessità di preservarne le conquiste più significative.

Ma il 25 Aprile del ‘45 non fu solo il raggiungimento di una vetta. 

La Liberazione fu anche un nuovo inizio, e in qualche modo ci sorprese. 

Perché quel momento durante la guerra era stato desiderato, immaginato, cercato. Attraverso sacrifici e sofferenze indicibili. Sul come ricostruire la propria normalità, però, erano in pochi ad avere le idee chiare. Eppure ce l’hanno fatta, perché tutto partiva da quella voglia di riscatto istintiva e travolgente che li accomunava. 

Che non lasciava dubbi sull’esito della sfida.

Oggi servono lo stesso spirito di allora e lo stesso coraggio. Come 76 anni fa, bisogna affrontare questo nuovo tornante della Storia con una convinzione assoluta nell’avvenire. Con l’ottimismo impossibile da scalfire di chi DEVE rinascere perché il futuro gli spetta.

Dal pantano di questa pandemia usciremo solamente coltivando la speranza che ognuno di noi ha dentro di sé, nel profondo. 

Nutrendola attraverso la condivisione, fino a trasformarla in fiducia nell’intera comunità.

La memoria non serve solo ad evitare gli errori del passato, ma anche a capire la propria natura. 

A recuperare la scintilla che può riaccendere la consapevolezza di poter superare qualsiasi ostacolo.

Nella primavera del ‘45 fu una reazione collettiva e solidale ad innescare la riconquista della vita vera, accompagnata da un’ondata di energia inarrestabile. 

Liberiamola di nuovo tra noi, oggi. 

Tutti assieme con la caparbietà, la pazienza e la creatività di allora.

Vi auguro un buon 25 Aprile.

 

Luigi Zironi
Sindaco di Maranello

 

Il video della cerimonia

Data di pubblicazione: 25 aprile 2021

Avvisi recenti
04.05.2021

I Gran Premi di Formula 1 all’Auditorium Enzo Ferrari

Le proiezioni delle gare in diretta

03.05.2021

Scuola, servizi aggiuntivi e agevolazioni

Per l'anno scolastico 2021/2022

22.04.2021

Centri estivi 2021

Attività ricreative per bambini e ragazzi a Maranello

20.04.2021

Contro le zanzare

Distribuzione gratuita ai cittadini di prodotto larvicida

19.04.2021

Calendario venatorio 2021/2022

Approvato dalla Giunta della Regione Emilia-Romagna

15.04.2021

Caccia di selezione al cinghiale

Per la stagione 2021-2022 disponibile un tesserino provvisorio

Vedi tutti gli avvisi