Accessibilità

Coronavirus: i provvedimenti di Governo e Regione

Coronavirus: i provvedimenti di Governo e Regione
Le misure per il contenimento dell'emergenza sanitaria

Misure anticovid in vigore dal 26 aprile 2021

Emilia-Romagna in zona gialla dal 26 aprile

 

CIRCOLAZIONE

  • Confermato il divieto di circolazione tra le 22 e le 5 salvo motivi di lavoro, salute o urgenze da giustificare con autocertificazione.

 

SPOSTAMENTI: RITORNANO LE ZONE GIALLE

  • Dal 26 aprile sono consentiti gli spostamenti in entrata e in uscita dai territori delle regioni e delle province autonome nelle ZONE BIANCA e GIALLA.
  • Per gli spostamenti tra regioni di colori diversi serve un pass, un certificato (certificazioni verdi) che attesti almeno una di queste condizioni: un tampone negativo (molecolare o rapido) nelle 48 ore precedenti, l’avvenuta vaccinazione (di tutte le dosi previste) o guarigione da Covid negli ultimi sei mesi. Con il pass sarà quindi possibile spostarsi nel territorio nazionale.
  • Dal 26 aprile al 15 giugno, nella ZONA GIALLA e, in ambito comunale, nella ZONA ARANCIONE, è consentito lo spostamento verso una sola abitazione privata abitata, una volta al giorno e nel limite di quattro persone ulteriori rispetto a quelle già conviventi, oltre ai mino- renni e alle persone con disabilità o non autosufficienti conviventi. Lo spostamento non è consentito per la ZONA ROSSA.

 

SCUOLA

  • Dal 26 aprile e fino alla conclusione dell’anno scolastico scuole in presenza su tutto il territorio nazionale dal nido alla terza media. L’attività si svolgerà almeno al 50% per cento in presenza per le scuole superiori.
  • I presidenti delle regioni e i sindaci non possono disporre la sospensione delle attività salvo in casi di eccezionale e straordinaria necessità dovuta alla presenza di focolai o al rischio estremamente elevato di diffusione del Covid o di sue varianti nella popolazione scolastica.
  • In ZONA ROSSA le scuole secondarie di secondo grado adottano forme flessibili dell’attività didattica per garantire la presenza ad almeno il 50 per cento della popolazione studentesca e fino a un massimo del 75 per cento. Mentre in ZONA GIALLA e ARANCIONE in presenza almeno il 70 per cento della popolazione studentesca e fino al 100 per cento.
  • Resta sempre garantita la possibilità di svolgere attività in presenza qualora sia necessario l’uso di laboratori o per mantenere una relazione educativa che realizzi l’effettiva inclusione scolastica degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali.

 

UNIVERSITÀ

  • ZONA GIALLA e ARANCIONE dal 26 aprile e fino al 31 luglio le attività didattiche e curriculari sono svolte prioritariamente in presenza secondo i piani di organizzazione della didattica e delle attività curricolari predisposti nel rispetto delle linee guida e dei protocolli di sicurezza.
  • ZONA ROSSA – nello stesso periodo, dal 26 aprile al 31 luglio, i piani di organizzazione della didattica e delle attività curriculari possono prevedere lo svolgimento in presenza delle attività formative degli insegnamenti del primo anno dei corsi di studio ovvero delle attività formative rivolte a classi con ridotto numero di studenti
  • Su tutto il territorio nazionale in presenza:
  • esami, sedute di laurea, attività di orientamento e tutorato e apertura delle biblioteche, delle sale lettura e delle sale studio tenendo conto anche delle specifiche esigenze formative degli studenti con disabilità e degli studenti con disturbi specifici dell’apprendimento

 

RISTORANTI E BAR

  • ZONA GIALLA: dal 26 aprile sarà possibile pranzare o cenare solo nei luoghi di ristorazione con tavoli all’aperto nel rispetto dei limiti orari relativi agli spostamenti (tra le 5 e le 22). Dal 1° giugno le attività dei servizi di ristorazione sono consentite anche al chiuso, con consumo al tavolo, dalle 5:00 fino alle 18:00.
  • ZONA ARANCIONE e ROSSA: sarà mantenuta la sola possibilità di asporto
  • Resta consentita la ristorazione, senza limiti di orario, sia negli alberghi e altre strutture ricettive limitatamente ai propri clienti ivi alloggiati, sia  nelle aree di servizio e rifornimento carburante situate lungo le autostrade, gli itinerari europei E45 e E55, negli ospedali e negli aeroporti, nei porti e negli interporti, con obbligo di assicurare in ogni caso il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro.
CINEMA E TEATRI
  • ZONA GIALLA – Dal 26 aprile gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche, live-club e in altri locali o spazi anche all’aperto sono svolti esclusivamente con posti a sedere preassegnati e a condizione che sia assicurato il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro sia per gli spettatori che non siano abitualmente conviventi, sia per il personale.
  • La capienza consentita non superiore al 50 per cento dei posti occupabili in sala, con un massimo di 500 spettatori nelle sale al chiuso e di 1.000 spettatori in quelle all’aperto.
  • Sospesi gli spettacoli aperti al pubblico dove non sia possibile assicurare queste condizioni.

 

MUSEI

  • Dal 26 aprile in zona gialla i musei riaprono, anche nei giorni festivi e prefestivi, con biglietti su prenotazione e ingressi contingentati

 

SPORT PALESTRE E PISCINE

  • Dal 26 aprile consentiti gli sport all’aperto anche di contatto nelle regioni in zona gialla. Vietato l’uso degli spogliatoi.
  • In ZONA GIALLA dal 1° giugno consentito l’accesso del pubblico in impianti all’aperto fino a un massimo di 1.000 spettatori e al chiuso, con capienza consentita non superiore al 25 per cento dei posti occupabili, fino ad un massimo di 500 per tutti gli eventi sportivi agonistici e riconosciuti di preminente interesse nazionale da Coni e Cip (Comitato italiano paralimpico).
  • In ZONA GIALLA dal 1° giugno riaprono le palestre (in conformità ai protocolli e alle linee guida adottati dalla Conferenza del- le Regioni e delle Province autonome sulla base dei criteri definiti dal Comitato tecnico-scientifico)
  • In ZONA GIALLA dal 15 maggio consentite le attività di piscine all’aperto

 

FIERE E CONGRESSI

  • Il 15 giugno in ZONA GIALLA riapriranno al pubblico le fiere, con la possibilità di svolgere anche prima di tale data le attività preparatorie che non prevedono afflusso di pubblico. Il 1° luglio in ZONA GIALLA riapriranno al pubblico convegni e congressi.

 

CENTRI TERMALI PARCHI TEMATICI

  • Il 1° luglio in ZONA GIALLA ripartono stabilimenti termali, parchi tematici e di divertimento