Accessibilità

Iscrizioni Nido d'Infanzia: Domande frequenti

FAQ - Frequently Asked Questions

Anno Educativo 2020/2021
REQUISITI, CRITERI, PROCEDURE E TEMPI DI ISCRIZIONE

 

1. Quali bambini possono essere iscritti?

2. Quali sono i nidi d’infanzia di Maranello e quali sono le tipologie orarie?

3. Quando e come si presenta la domanda?

4. Quali sono i criteri di ammissione?

5. Come viene calcolato il punteggio?

5.A - Punteggio assegnabile alla condizione del NUCLEO FAMILIARE

5.B - Punteggio assegnabile alla condizione  LAVORATIVA DI CIASCUN GENITORE

5.C - Punteggio assegnabile alla condizione di DIFFICOLTÀ DI CIASCUN NONNO AD ACCUDIRE IL NIPOTE

5.D - Valutazione CONDIZIONE ECONOMICA

6. Nel modulo di iscrizione si può indicare un nido di preferenza?

7. Occorre presentare il certificato vaccinale per iscriversi?

8. Quali sono i tempi per l’approvazione della graduatoria e la comunicazione alle famiglie?

9. Qual è l’importo della retta?

10. E’ possibile rinunciare al servizio?

_____________________________________________________






1. Quali bambini possono essere iscritti?

Possono essere iscritti al nido d’infanzia i bambini di età compresa tra i 3 mesi ed i 3 anni.
Per l’anno educativo 2020/2021 si possono iscrivere i nati nel 2018,2019 e i bambini che nasceranno entro il 30 giugno 2020  residenti (o con richiesta di residenza presentata nel Comune di Maranello all’atto dell’ iscrizione).
Possono presentare domanda anche le famiglie di bambini che non sono residenti nel Comune di Maranello. Le domande di questi ultimi verranno potranno essere accolte nel rispetto di quanto stabilito nel Piano Annuale dei Servizi Educativi per la Prima Infanzia .






2. Quali sono i nidi d’infanzia di Maranello e quali sono le tipologie orarie?

A Maranello sono presenti tre nidi d’infanzia comunali:

  • Nido Aquilone Via F. Gioia 2, Maranello - Tel. 0536/932406 - per i nati nel 2018 e 2019;
  • Nido Le Coccinelle Via Boito 23, Maranello - Tel. 0536/947163 - per i nati nel 2;018,2019 e 2020
  • Nido Virgilia Via Boito 25, Maranello - Tel. 0536/947163 - per i nati nel 2018 e 2019.

L'orario di funzionamento nidi d’infanzia può essere tempo pieno o part time ed entrambe le tipologie orarie sono attive in ciascuno dei nidi sopra indicati.

  • Tempo pieno:
    • ingresso dalle ore 7.30 alle ore 9.00;
    • uscita dalle ore 16.00 alle ore 16,30 (con possibilità di prolungamento fino alle ore 18.30).
  • Part time:
    • ingresso dalle ore 7.30 alle ore 9.00;
    • uscita dalle ore 12.30 alle ore 13.00(con possibilità di prolungamento fino alle ore 13.30).






3. Quando e come si presenta la domanda?

Le iscrizioni per l'anno educativo 2020/2021 sono aperte nel periodo 7/22 maggio 2020.
La domanda va presentata on line accedendo alla pagina web dedicata https://www.comune.maranello.mo.it/servizi-online/iscrizione_ai_servizi_educativi seguendo i questi passaggi:

  1. accedere al PORTALE ENTRANEXT;
  2. compilare la domanda in tutte le sue parti.

Gli unici documenti da presentare all’atto di iscrizione sono certificati medici relativi a gravidanze in corso, invalidità dei componenti il nucleo familiare, dei nonni, certificati medici sullo stato di salute dei nonni. Qualora necessaria, tale documentazione sarà consegnata presso il Servizio Istruzione o inviata tramite mail.

Nel periodo di apertura delle iscrizioni, presso il Servizio Istruzione, è previsto un servizio di assistenza alla compilazione delle istanze on-line, previo appuntamento telefonico (0536/240.042).






4. Quali sono i criteri di ammissione?

I criteri utilizzati per l’assegnazione dei punteggi delle domande di ammissione al nido d’infanzia tengono sono quelli stabiliti dal vigente regolamento dei servizi educativi per la prima infanzia (approvato con Deliberazione C.C. 18/2007) e tengono conto dei seguenti aspetti:

  • condizioni del bambino per cui si richiede il servizio;
  • dimensione, composizione e condizioni del nucleo familiare e della rete parentale del bambino;
  • tipo e condizioni di lavoro dei genitori;
  • condizioni economiche del nucleo familiare.

La graduatoria è il risultato dell’applicazione dei criteri di cui sopra nel seguente ordine di priorità e secondo criteri di gradualità in base alle condizioni specifiche:

  • bambini che presentano handicap psico-fisici opportunamente certificati;
  • bambini il cui nucleo familiare presenti una situazione socio-ambientale segnalata dal servizio Sociale tale da essere di serio pregiudizio per un sano sviluppo psico-fisico del bambino stesso;
  • bambini conviventi con un solo adulto;
  • bambini i cui genitori sono entrambi occupati, tenendo conto degli orari di lavoro, del tipo e delle condizioni di lavoro;
  • bambini aventi un solo genitore occupato, tenendo conto degli orari di lavoro, del tipo e delle condizioni di lavoro;
  • valutazione della rete parentale in grado di supportare la famiglia nella custodia dei bambini o impossibilitata totalmente o parzialmente a farlo per motivi quali età, lavoro, stato di salute psico-fisica, lontananza;
  • a parità di punteggio, situazione economica inferiore.






5. Come viene calcolato il punteggio?

I criteri di ammissione sono tradotti in termini di punteggi nel modulo on line di iscrizione con l’indicazione, a margine di ogni condizione.

 

 

 

 

 

5.A - PUNTEGGIO ASSEGNABILE ALLA CONDIZIONE DEL NUCLEO FAMILIARE

La madre è in attesa di un altro bambino = 3 punti (Se previsti due gemelli conteggiare due volte)

Domanda per gemelli (punteggio alternativo a quello stabilito per i figli 0-3 anni)
2 gemelli=4,00
3 gemelli=8,00
4 gemelli=12,00

Figli da 0 a 3 anni (nati dal 01.01.2017)
n. 1=3,00
n. 2=6,00
n. 3=9,00
Oltre= 12,00

Figli da 4 a 7 anni (nati dal 01-01-2013 al 31-12-2016)
n. 1=2,00
n. 2=4,00
n. 3=6,00
Oltre=8,00

Figli da 8 a 17 anni (nati dal 01-01-2003 al 31-12-2012)
n. 1=1,00
n. 2=2,00
n. 3=3,00
Oltre=4,00

Nuclei monogenitoriali 
(Il punteggio esclude quello relativo alla situazione lavorativa del genitore assente)
Bimbo orfano/riconosciuto da un solo genitore/in affidamento esclusivo a un solo genitore= 37,00
Separazione legale o Divorzio =26,00
Un genitore, il bambino e altro adulto =19,00

Componenti del nucleo familiare con invalidità

  • Genitori/fratelli del bambino
    • Invalidità dal 33% al 45%=2,50
    • Invalidità dal 46% al 67% =5,00
    • Invalidità superiore al 67%= 10,00
    • Invalidità pari al 100% =15,00
  • Altri convivinti invalidi (non ospiti di struttura protetta)
    • Invalidità dal 33% al 67% =1,00
    • Invalidità superiore al 67% =1,50
    • Invalidità pari al 100% = 2,50

Bambino portatore di handicap o con gravi problemi =54,00
(Il punteggio esclude quello relativo alla situazione lavorativa dei genitori)
Bambino in nucleo familiare con situazione socio-ambientale segnalata dal servizio sociale = 52,00
(Il punteggio esclude quello relativo alla situazione lavorativa dei genitori)
Bambino straniero dai 24 ai 36 mesi d'età di recente immigrazione =2,00
(Massimo 12 mesi alla data di presentazione della domanda)

 

 

 

 

 

5.B - PUNTEGGIO ASSEGNABILE ALLA CONDIZIONE LAVORATIVA DI CIASCUN GENITORE

LAVORATORE AUTONOMO O DIPENDENTE (con contratto di almeno 9 mesi)
I seguenti punteggi sono applicati anche all'incarico di almeno 9 mesi, al contratto di formazione lavoro, all'apprendistato, al lavoro interinale (se contratti continuativi per almeno 9 mesi), al servizio civile, al dottorato di ricerca, alla borsa di studio e alla cassa integrazione. Le eventuali “promesse di assunzione” non possono essere considerate ai fini dell’attribuzione del punteggio. Indicare la casella corrispondente alle ore settimanali di lavoro svolte (escluso tempo di andata e ritorno dal posto di lavoro ed eventuali ore straordinarie), specificando il n. di gg. della settimana lavorativa, l'orario giornaliero o i turni effettuati. L'orario degli insegnanti è fissato convenzionalmente in: Tempo Pieno in 35 ore settimanali, Part Time da 20/29 ore settimanali.

  • OLTRE LE 38 ORE = 19
  • DA 38 A 36 ORE = 18
  • DA 35 A 30 ORE =14,00
  • DA 29 A 20 ORE=11,00
  • MENO DI 20 ORE =8,00

CONDIZIONI PARTICOLARI DEL LAVORO CHE DANNO DIRITTO AD UN PUNTEGGIO ACCESSORIO

  • Lavoratore a turni ciclo continuo =3,00
  • Lavoratore con turni disagiati (turni differenziati nell’arco delle 15 ore) =1,00
  • Lavoratore part time con orari disagiati (turni differenziati nelle 12/24 ore)=1,00
  • Pendolare oltre 50 km Distanza tra Comune di residenza e Comune del luogo di lavoro. =1,00
  • Assenza famiglia per periodi complessivi superiori a 6 mesi in un anno =7,00
  • Assenza famiglia (anche notturna) da 3 a 5 giorni la settimana per periodi complessivi superiori a 6 mesi in un anno=5,00
  • Assenza famiglia (anche notturna) da 1 a 2 giorni la settimana per periodi complessivi superiori a 6 mesi in un anno= 4,00

Qualora la periodicità delle assenze non sia definita, il punteggio è calcolato in base al rapporto tra i giorni di trasferta e le 52 settimane annue, che determina la media dei giorni di assenza settimanali, così da ricondurre il dato alle voci precedenti. N.GG.ASSENZA ANNO 2019 -I punteggi assegnati all'assenza dalla famiglia per motivi di lavoro vanno sommati al punteggio massimo attribuito all'orario di lavoro (p.19) ma non sono cumulabili con altri relativi alla situazione lavorativa.

LAVORATORE PRECARIO ATTUALMENTE OCCUPATO (contratto < 9 mesi)
I seguenti punteggi sono applicati anche ai contratti di lavoro occasionale accessorio (es. voucher, lavoro autonomo occasionale) .Non si considerano i punteggi accessori relativi ai disagi lavorativi (es. trasferte, ciclo continuo)

  • Da 1 a 4 mesi (punteggi pari al 33% dei punteggi previsti per incarichi superiori ai 9 mesi)
    • Oltre le 38 = 6,50
    • Da 38 a 36 ore =6,00
    • Da 35 a 30 = 4,50
    • Da 29 a 20 =3,50
    • Meno di 20 =2,50
  • Da 5 a 8 mesi (punteggi pari al 66% dei punteggi previsti per incarichi superiori ai 9 mesi)
    • Oltre le 38 = 12,50
    • Da 38 a 36 =12,00
    • Da 35 a 30 =9,00
    • Da 29 a 20 = 7,00
    • Meno di 20 =5,00 

LAVORATORE PRECARIO ATTUALMENTE DISOCCUPATO (con incarichi nei 12 mesi precedenti la domanda)

  • Contratto di durata fino a 4 mesi = 1,00
  • Contratto di durata oltre i 4 mesi = 2,00
  • Contratto a tempo indeterminato al quale è seguito licenziamento per cause indipendenti dalla volontà del lavoratore (licenziamento da parte del datore di lavoro)= 4,00

STUDENTE
Corsi di scuola pubblica o parificata dell'obbligo, di media superiore, università (limitatamente alla prima laurea), scuola di specializzazione relativa all'anno scolastico 2019/2020.

  • Studente in corso =12,00
  • Studente fuori corso = 6,00
  • Studente lavoratore in corso (punteggio accessorio rispetto a quello della condiz. lavorativa)= 6,00
  • Studente lavoratore fuori corso (punteggio accessorio rispetto a quello della condiz. lavorativa)= 4,00

DISOCCUPATI o PRECARI ISCRITTI IN GRADUATORIE O LISTE DI ATTESA

  • Graduatoria - Lista di collocamento - Agenzia interinale= 0,50
  • Mobilità= 2,00
  • DISOCCUPATI senza documentazione e in condizione non professionale(casalinga, pensionato)= 0

 

 

 

 

 

5.C - PUNTEGGIO ASSEGNABILE ALLA CONDIZIONE DI DIFFICOLTÀ DI CIASCUN NONNO AD ACCUDIRE IL NIPOTE

  • Condizione di IMPOSSIBILITA' ad accudire il bambino = 3,00

Deceduto, inesistente, ospite di struttura protetta, completamente impedito fisicamente con invalidita' superiore al 67% / Residente oltre i 20 Km / Anziano dai 71 anni compiuti entro l'anno / Occupato per lavoro a tempo pieno (orario di lavoro settimanale superiore o uguale alle 35 ore settimanali)

  • Condizione di ESTREMA DIFFICOLTA’ ad accudire il bambino = 2,00

Occupato per lavoro part-time (orario di lavoro settimanale inferiore alle 35 ore settimanali) / Residente tra 11 e 20 Km / Anziano dai 66 ai 70 anni compiuti entro l'anno / Invalidità inferiore al 67% o problemi di salute che rendono gravoso l’accudimento di un bambino / Accudisce coniuge e/o parente convivente o non, con invalidità superiore al 67% o ultraottantenne.

  • Condizione di DIFFICOLTA’ ad accudire il bambino =1,00

Anzianità fino ai 65 anni compiuti entro l'anno / Non è disponibile ad occuparsene a tempo pieno

 

 

 

 

 

Il punteggio dei nonni viene riparametrato in relazione alla condizione lavorativa dei genitori secondo i criteri di seguito elencati.

  • VARIAZIONE 1 :

Se la madre e/o il padre, SONO OCCUPATI con impieghi precari di durata compresa FRA 5 E 8 MESI, i punteggi relativi alla condizione dei nonni sono calcolati nella misura del 66%

  • VARIAZIONE 2 :

Se la madre e/o il padre, SONO OCCUPATO con impieghi precari di durata compresa FRA 1 E 4 MESI, i punteggi relativi alla condizione dei nonni sono calcolati nella misura del 33%

  • VARIAZIONE 3 :

Se la madre e/o il padre, nei 12 mesi precedenti la domanda, SONO STATI OCCUPATI CON IMPIEGHI A TEMPO INDETERMINATO e attualmente sono disoccupati iscritti nelle liste di mobilità, i punteggi relativi alla condizione dei nonni sono calcolati nella misura del 33%

  • VARIAZIONE 4:

Se la madre e/o il padre, nei 12 mesi precedenti la domanda, STATI OCCUPATI CON IMPIEGHI PRECARI SALTUARI e attualmente sono DISOCCUPATI CON DOCUMENTAZIONE, i punteggi relativi alla condizione dei nonni sono calcolati nella misura del 25%

  • VARIAZIONE 5:

Se la madre e/o il padre sono DISOCCUPATI CON DOCUMENTAZIONE O STUDENTI NON LAVORATORI, i punteggi relativi alla condizione dei nonni sono calcolati nella misura del 15%

  • VARIAZIONE 6:

Se la madre e/o il padre sono DISOCCUPATI SENZA DOCUMENTAZIONE (indipendentemente da eventuali incarichi nei 12 mesi precedenti la domanda), i punteggi relativi alla condizione dei nonni sono calcolati nella misura del 10%

 

 

 

 

 

5.D - VALUTAZIONE CONDIZIONE ECONOMICA

A parità di punteggio precede il nucleo con situazione economica inferiore.
In particolare in caso di punteggi pari merito si procederà nel modo seguente:

  • le domande con punteggi pari merito collocate sulla linea di demarcazione tra l’ammissione e la lista d’attesa saranno gestite attraverso la richiesta dell’attestazione Isee 2020: precederà la domanda con il valore Isee inferiore;
  • gli altri pari punteggi (ammessi e lista d’attesa) saranno differenziati col criterio dell’età: precederà la domanda del bambino più grande;
  • per i bambini pari punteggio collocati in lista d’attesa, verrà richiesto l’Isee nel momento in cui saranno disponibili posti e si procederà allo scorrimento della graduatoria.






6. Nel modulo di iscrizione si può indicare un nido di preferenza?

E’ possibile indicare un nido di preferenza ma tale indicazione non è vincolante: l'assegnazione del nido viene fatta dal Servizio Istruzione, secondo criteri di flessibilità tenendo conto dei posti disponibili in ogni servizio e del numero di domande pervenute.






7. Occorre presentare il certificato vaccinale per iscriversi?

In base a quanto stabilito dalla vigente normativa in materia di adempimenti vaccinali (L. 119/2017 e ss. mm. e ii.) possono frequentare i servizi per la prima infanzia solo i bambini in regola rispetto agli obblighi vaccinali. 

L’idoneità vaccinale, come previsto dalla procedura semplificata di cui alla Legge sopracitata, sarà accertata mediante scambio di informazioni tra Comune ed Ausl.
Lo scambio di informazioni avverrà secondo le indicazioni dettate dal Garante per la protezione dei dati personali (parere n. 117 del 22/02/2018) e con le modalità operative indicate nella Circolare n. 2166/2018 del Ministero della Salute e Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della ricerca.
Sarà richiesto il certificato vaccinale direttamente alle famiglie solo in caso di iscrizioni:

  • effettuate successivamente all’invio degli elenchi all’Ausl (non essendo al momento previsto un ulteriore scambio di dati);
  • di bambini non registrati nell’anagrafe vaccinale dell’Ausl di competenza (distretto di Sassuolo).






8. Quali sono i tempi per l’approvazione della graduatoria e la comunicazione alle famiglie?

RESIDENTI
Per le domande pervenute nel periodo di apertura delle iscrizioni (7/22 maggio 2020), l’iter sarà il seguente:

  • pubblicazione della graduatoria entro il 15/06/2020;
  • presentazione eventuali ricorsi entro 10 giorni dalla pubblicazione della graduatoria;
  • invio della comunicazione di ammissione/non ammissione, tramite posta elettronica o ordinaria, entro il 30/06/2020 (in caso di mancato ricevimento della stessa sarà cura della famiglia richiederla al Servizio Istruzione);
  • richiesta agevolazione tariffaria entro 15/07/2020.

La lista d’attesa della graduatoria approvata sarà scorsa d’ufficio fino alle domande con punteggio superiore a 18 punti; la lista d’attesa, a partire dalle domande con punteggio uguale o inferiore a 18 punti, sarà integrata fino al 30/04/2021, con le domande pervenute successivamente; le integrazioni alla graduatoria prevedono la comunicazione alla famiglia solo in caso di ammissione.
NON RESIDENTI
In presenza di posti disponibili il Servizio Istruzione informerà le famiglie non residenti sull’eventuale necessità di formalizzare la domanda presentata in forma di pre-iscrizione






9. Qual è l’importo della retta?

RESIDENTI
La retta di frequenza per i residenti è calcolata in relazione alle condizioni economiche della famiglia con un sistema che mette in correlazione diretta e proporzionale il valore Isee e la tariffa.
Mensilmente l’utente corrisponderà una retta pari ad una percentuale data del valore Isee.

Per l'anno educativo 2020 le rette mensili del nido d’infanzia e prolungamento orario (come stabilito dal “Documento di previsione delle entrate 2020 servizi pubblici a domanda individuale” approvato con deliberazione C.C. N. 70/2019 sono fissate come segue:

  • nido part-time:
    • retta pari all’1,10% del valore ISEE 2020 (con arrotondamento ai 50 centesimi di euro);
    • tariffa minima (con indicatore ISEE fino a 6670,00): € 63,50 mensili;
    • tariffa massima: € 330,50;
  • nido tempo pieno:
    • retta pari all’ 1,65% del valore ISEE 2020 (con arrotondamento ai 50 centesimi di euro);
    • tariffa minima (con indicatore ISEE fino a 6670,00): € 63,50 mensili;
    • tariffa massima: € 498,00;
  • prolungamento orario (dalle ore 16.30 alle ore 18.30):
    • tariffa fissa: € 28,00;

In base a quanto stabilito dal “Regolamento Servizi scolastici, educativi e interventi per il diritto allo studio” approvato con deliberazione G.C. n. 77/2014 sono previste, oltre al calcolo della retta in base all’Isee, ulteriori agevolazioni per :

  • parametri socio-sanitari
    • riduzione del 20% per famiglia monogenitoriale (bambino riconosciuto da un solo genitore, bambino orfano, separazione, divorzio);
    • riduzione del 20% per presenza nel nucleo familiare di un membro in condizione di handicap psicofisico o con invalidità superiore al 66%;
  • famiglie numerose (con più figli frequentanti i servizi scolastici/educativi comunali)
    • pacchetti famiglia specifici (due figli frequentanti il nido d’infanzia o tre figli/due gemelli frequentanti i medesimi servizi) che comporta una riduzione pari al 50% sulla retta del secondo figlio o gemello, al 30% per il 3° figlio, al 100%per terzo gemello;
    • pacchetto famiglia servizi diversi (almeno tre figli frequentanti servizi diversi) che comporta una riduzione pari al 10% sulle rette di tutti i servizi tranne la mensa o il servizio dal costo minore.

NON RESIDENTI
La retta per i non residenti, in assenza di convenzioni e/o accordi con il comune di residenza del bambino/a o altro soggetto/ente è pari al costo pieno del servizio stabilito dal conto consuntivo dell’anno precedente. Per l’anno educativo 2020/2021 le rette dei non residenti non sono state ancora fissate. A titolo esemplificativo si indicano, di seguito, le rette mensili stabilite per l’a.e. 2018/2019:

  • nido d’infanzia tempo pieno (comprensivo di prolungamento orario): € 791,00;
  • nido d’infanzia part time: € 521,50.






10. E’ possibile rinunciare al servizio?

La rinuncia all’ammissione al nido d’infanzia assegnato implica la rinuncia al servizio e la cancellazione dalla lista d’attesa.
Le rinunce e i ritiri dal servizio devono essere presentate per iscritto al Servizio Istruzione.
Per i nuovi ammessi la rinuncia al nido deve essere comunicata entro il 31 luglio per gli ammessi da settembre o entro il 25 del mese precedente per gli ammessi dai mesi successivi. La rinuncia presentata secondo tali tempistica comporta l’esonero dal pagamento della retta.
Il ritiro in corso d’anno e la conseguente perdita del posto decorre dal mese successivo alla data di presentazione della comunicazione. Se la comunicazione è presentata entro il giorno 25 del mese precedente a quello del ritiro, ciò comporta l’esonero dal pagamento della retta dal mese successivo; la presentazione oltre tale termine, comporta l’obbligo del pagamento della retta anche per il mese successivo.
I ritiri dai nidi d’infanzia sono ammessi fino al 25 aprile con decorrenza maggio. I ritiri pervenuti dopo tale data non esonerano l’utente dal pagamento

Avvisi recenti
19.10.2020

I servizi del Comune sull'app Io

Sull'applicazione disponibili i servizi scolastici

01.10.2020

Scuola e computer, ecco la graduatoria

Pubblicata dall'Unione dei Comuni del Distretto Ceramico

01.10.2020

Scuole, contributi per l'acquisto di pc portatili

Avviso pubblico dell'Unione, domande entro il 6 novembre

Vedi tutti gli avvisi